Qualifica professionale Interprete LIS

Il corso di qualifica professionale come Interprete di lingua dei segni italiana è un percorso professionale che forma soggetti che si interpongono tra il mondo sordo e il mondo udente.  L’interprete di lingua dei segni è l’interfaccia della persona sorda, deve avere la capacità di utilizzare e di essere competente in due lingue: l’italiano e la LIS, una che utilizza un canale verbale, l’altra che utilizza un canale non verbale, il segno.

Profilo Professionale previsto dal repertorio Regionale delle qualifiche Regione Campania

L’interprete di Lingua dei Segni Italiana (LIS) è in grado di accompagnare l’interazione linguistico – comunicativa tra soggetto udente e non udente, mediando il trasferimento del contenuto semantico e simbolico tra le parti, attraverso l’utilizzo delle forme e dei metodi della Lingua dei Segni Italiana (LIS) e l’interpretazione linguistica di messaggi segnici. Lavora prevalentemente come lavoratore autonomo con contratti di collaborazione presso centri socio educativi per disabili, strutture che forniscono servizi di interpretariato LIS nell’ambito di convegni, dibattiti, tavole rotonde, riunione assemblee, atti notarili, giudiziari, ecc., operando con livelli di autonomia elevati.

A chi è rivolto

Può prendervi parte chiunque sia interessato ad acquisire le competenze necessarie per poter lavorare nell’ambito della lingua dei segni. 

Programma

Gli argomenti del corso saranno suddivisi in tre macro aree, meglio conosciute come unità di competenze (UC): 

  • La diagnosi dell’interazione comunicativa; 
  • Interpretazione LIS; 
  • Mediazione comunicativa e relazionale. 

Requisiti di accesso

Diploma di istruzione secondaria di secondo grado. Per i cittadini stranieri è obbligatorio presentare un attestato, riconosciuto sia a livello nazionale sia internazionale, dimostrante una conoscenza della lingua italiana almeno di livello B1 del QCER

Durata

La durata è di 1200 ore (in due anni), suddivise tra teoria e pratica. Pertanto, è prevista sia una formazione specifica in aula sia una formazione tecnica da realizzarsi tramite attività laboratoriali/pratiche.  

Titolo conseguito

Dietro il superamento dell’esame finale, attestante le conoscenze conseguite durante il corso, si riceverà la certificazione di qualifica professionale per “Interprete di Lingua dei Segni Italiana”.  

Torna su