Comunicazione non violenta

La comunicazione e i suoi significati

La comunicazione è uno scambio interattivo osservabile tra due o più partecipanti dotato di intenzionalità reciproca e di un certo livello di consapevolezza, in grado di far condividere un certo significato sulla base di sistemi simbolici e convenzionali di significazione e di segnalazione secondo la cultura di riferimento. L’individuo è un essere comunicante, così come è un essere pensante e sociale. Il corso si pone l’obiettivo di articolare il concetto di comunicazione considerandola non soltanto come un mezzo o uno strumento, bensì come un aspetto costitutivo del soggetto.

 Egli non sceglie se essere o meno comunicante ma può scegliere se e in che modo comunicare!

 

“La comunicazione avviene quando, oltre al messaggio, passa anche un supplemento di anima”
HENRI BERGSON

 

Il corso si articolerà in 4 incontri per la durata di due mesi.
2 incontri al mese  di 2 ore

Ogni incontro sarà diviso in due parti:

  • I parte esperenziale (1h) –  Si discuterà in gruppo sul concetto di comunicazione e sulle possibilità criticità con l’ausilio di alcuni strumenti psicologici gruppali (role playing, circle time, brainstorming)
  • II parte teorica (1h) – in cui tali temi saranno inquadrati in una cornice teorica di riferimento.

A chi è rivolto

  • Persone interessate ad acquisire nuovi strumenti comunicativi connessi con l’empatia e l’auto-espressione autentica;
  • Genitori, insegnanti ed educatori/trici che hanno a cuore il contatto empatico con i propri figli, con gli alunni e con gli utenti in generale e la promozione di una cultura non violenta;
  • Chiunque intenda disinnescare le disfunzioni comunicative e le dinamiche di gruppo negative sul posto di lavoro o all’interno dei gruppi;
  • migliorare la gestione delle dinamiche relazionali;

Cosa imparerai

  • Comunicare in maniera efficace, comprendendo i propri bisogni e quelli altrui;
  • Conseguire strumenti cognitivi e comunicativi per consentire di liberarsi dalle modalità comunicative, improduttive, basate sul giudizio;
  • Valorizzare l’importanza della connessione con i propri bisogni profondi a cui dare ascolto e dignità;
  • Comprendere da quale bisogno nasce il giudizio, proprio e altrui;
  • Educare senza ricorrere alla prevaricazione e alla forza;
  • Aprire un canale di comunicazione attraverso cui inviare e ricevere emozioni per costruire rapporti sani;
  • Acquisire di strumenti comunicativi adeguati ed efficaci che promuovano l’empatia e il rispetto dei partecipanti alla discussione;
  • Comunicare in maniera efficace, comprendendo i propri bisogni e quelli altrui;

Moduli di insegnamento

  • I modulo “La Comunicazione tra eredità biologica e apprendimento sociale”
  • II modulo “Teorie della comunicazione”
  • III modulo “Quando la comunicazione fallisce”
  • IV modulo “La comunicazione al tempo dei social network”

Il corso è interamente a cura della dott.ssa Proietti Ambra, psicologa e psicoterapeuta

Torna su